21 giugno Festa della Musica nel Parco Archeologico dell’Appia Antica

Il Parco Archeologico dell’Appia Antica aderisce anche quest’anno alla Festa della Musica del 21 giugno con aperture straordinarie serali ed eventi musicali.

Tutti gli eventi in programma sono ad ingresso libero fino a esaurimento dei posti e non necessitano di prenotazione.

COMPLESSO DI CAPO DI BOVE
Apertura serale straordinaria a partire dalle 19.00. Alle 19.30 concerto jazz con il quartetto composto da Domenico Sanna al pianoforte, Andrea Nunzi alla batteria, Francesco Lento alla tromba e Francesco Poeti alla chitarra elettrica. A seguire sarà offerto un aperitivo.

Domenico Sanna è considerato uno dei pianisti più eleganti e interessanti dell’ultimo periodo in Italia. Vincitore di numerosi premi ha registrato e collaborato con i migliori musicisti della scena internazionale.
Andrea Nunzi ha iniziato a suonare jazz con il Mario Corradini group in vari festival nazionali e internazionali, collaborando con Steve Grossman,  Pietro  Lussu,  Dario Deidda,  Sandro  Deidda,  Maurizio  Giammarco  Pietro  Ciancaglini,  Marco  Di Gennaro,  Daniele Tittarelli, Enrico Bracco, Stefano Nunzi, Francesco Puglisi, Nicola Conte, Paolo Benedettini, Dario Rosciglione, Giorgio  Rosciglione,  Vincenzo  Florio. Svolge un’intensa attività di big band partecipando a spettacoli e a lunghe tournée internazionali.
Francesco Lento: diplomatosi al conservatorio di Sassari comincia a suonare nell’Orchestra Jazz della Sardegna sotto la direzione di Giovanni Agostino Frassetto, e comincia ad avere contatti con diversi musicisti di tutto il mondo (Bob Destiny, Bruno Tommaso, Phil Collins, Bob Mintzer, Ken Cervenka etc). Nel 2009 approda a Roma, capitale indiscussa del Jazz italiano, e comincia a suonare in varie senza perdere il ritmo nello studio individuale sullo strumento e nella trascrizione. Recentemente Francesco è stato citato da Paolo Fresu come uno dei migliori talenti del jazz italiano odierno.
Francesco Poeti collabora, occasionalmente o stabilmente, con alcuni dei più rappresentativi musicisti italiani. Lavora come session man per la realizzazione di colonne sonore e dischi di musica leggera. Partecipa a diversi spettacoli teatrali, reading e trasmissioni televisive, sempre in veste di musicista.

Dove: via Appia Antica 222
Come arrivare: Autobus 118 o Metropolitana Linea A (Colli Albani) e poi autobus 660 oppure mezzo proprio

 

MAUSOLEO DI CECILIA METELLA
Apertura serale straordinaria a partire dalle 19.30. Alle 21.30 concerto della World Spirit Orchestra – Coro Equo e Solidale, orchestra di voci nata alla Casa del Jazz di Roma nel 2011 e diretta da Mario Donatone e da Giò Bosco.
Coinvolgente e di forte impatto emotivo per l’ampio coro sostenuto da un sapiente tessuto strumentale e per la bravura dei solisti, il concerto di World Spirit Orchestra propone un repertorio che spazia dal soul-gospel di varie epoche al jazz, alla musica popolare, afro-latina e mediterranea (Ellington, Gershwin, Newman, The Staple Singers, Djavan, De André).

Giò Bosco – voce, direzione
Sonia Cannizzo – voce
Isabella Del Principe – voce
Andrea Mercadante – piano, voce
Milo Silvestro – percussioni
Coro Equo e Solidale con 25 Coristi

Dove: via Appia Antica, 161
Come arrivare: Autobus 118 o Metropolitana Linea A (Colli Albani) e poi autobus 660 oppure mezzo proprio

 

TOMBE DELLA VIA LATINA
Apertura serale straordinaria a partire dalle 19.30 con visita guidata alla Tomba Barberini alle 20.00 e alle 22.30. Alle 21.00 concerto di DAP, Andrea D’Apolito, giovane cantautore polistrumentista dal sound eclettico dotato di una voce avvolgente e di un raro talento musicale.

Andrea D’Apolito nasce a Pisa nel 1984 e inizia lo studio della musica avvicinandosi prima al pianoforte e poi alla chitarra per poi specializzarsi come cantante presso il Saint Louis College of Music. Nei primi anni della sua carriera calca i palchi romani con diverse formazioni fino alla nascita nel 2010 del suo progetto solista DAP. Il suo raffinato disco d’esordio è Resonances, d’ispirazione folk e indie. Collabora con artisti affermati e nel 2019 pubblica “Made in India” incentrato sull’Armonium Indiano. Durante i suoi live ama passare dalle chitarre alle tastiere, tra cui spicca l’armonium indiano. Le note delle sue timbriche calde e decise si miscelano ai più diversi suoni acustici, per garantire uno spettacolo denso di sfumature e nuances sonore.

Dove: via dell’Arco di Travertino 151
Come arrivare: Metropolitana Linea A (Arco di Travertino) oppure autobus (capolinea ATAC Arco di Travertino) o mezzo proprio

 

ANTIQUARIUM DI LUCREZIA ROMANA
Apertura serale straordinaria a partire dalle 19.30 con visita guidata alle 20.00. Alle 21.30 concerto del gruppo di musica etno-folk Mediterranti che si esibirà nella trascinante performance: Canti e suoni del Mediterraneo, tra atmosfere turche, greche, egiziane, tunisine, slave e italiane, proponendo anche brani originali dove i colori del flamenco confluiscono in quelli mediorientali, gli echi delle tammurriate nelle sonorità arabe, unitamente alla pizzica salentina.

Andrea Pullone: Oud, Saze e Chitarra
Germana Servi: Voce, Organetti e Castagnette
Marco Migliarino: Basso
Enrico Gallo: Darbouka, Cajon e Tamburi A Cornice
Franco Urbani: Batteria, Darbouka e Tamburelli

Dove: via Lucrezia Romana 62
Come arrivare: Metropolitana linea A (Anagnina) e poi autobus 654 o mezzo proprio

Vi ricordiamo inoltre che nell’ambito dell’iniziativa #iovadoalmuseo per l’intera giornata del 21 giugno i siti di Villa dei Quintili-Santa Maria Nova e il Mausoleo di Cecilia Metella sono ad ingresso gratuito.