Massimo Osanna, nuovo Direttore Generale Musei, nel Parco Archeologico dell’Appia Antica

 

In un bel pomeriggio assolato di qualche giorno fa abbiamo avuto in visita, nel Parco Archeologico dell’Appia Antica, il nuovo Direttore Generale Musei del MIBACT, prof. Massimo Osanna.

Come promesso alla stampa nei giorni immediatamente successivi alla sua nomina il Direttore Generale ha avviato – da subito – una capillare attività di sopralluogo in tutti i Musei e Parchi archeologici del MIBACT.

Il percorso nel Parco dell’Appia Antica è iniziato da Capo di Bove dove il prof. Osanna ha visitato, con la curatrice Ilaria Sgarbozza, la mostra “La lezione di Raffaello. Le antichità romane”, recentemente inaugurata nel corpo principale del complesso. Ha poi visto l’area archeologica con Carmelina Ariosto, gli uffici con Valeria Lombardo e l’archivio Cederna con Simona Turco.

Accompagnato dal Direttore Simone Quilici il prof. ha proseguito in tutti i luoghi del Parco dove ha incontrato i diversi responsabili dei siti. Nel Mausoleo di Cecilia Metella – Castrum Caetani, con Stefano Roascio e Aura Picchione, si è parlato di progetti di miglioramento dell’accessibilità, dei problemi di viabilità della via Appia Antica e della possibilità di avviare nuove indagini archeologiche nel sito.

Nel Parco del Tombe della via Latina il prof. Osanna, accompagnato da Alessandro Santino Cugno e Stefano Antonetti, è entrato all’interno di alcuni sepolcri, come la Tomba dei Valeri e la Tomba dei Pancrazi, dove il funzionario restauratore Sara Iovine ha esposto i principali temi legati all’azione di agenti patogeni nella conservazione degli stucchi e degli affreschi.

Al suo arrivo nella Villa di Settebassi erano Michele Reginaldi e Daria Mastrorilli con i quali sono state affrontate le complesse questioni relative ai temi del restauro delle strutture, della programmazione di nuovi scavi e delle problematiche relative alla fruizione del sito.

Il tour è proseguito poi con l’Antiquarium di Lucrezia Romana dove con Mara Pontisso e Raffaella Rocchetta si è trattato dei temi di una integrazione tra il quartiere e l’Antiquarium e di progetti con le scuole del territorio.

Nell’ultima tappa, l’area archeologica di Villa dei Quintili, accompagnato da Francesca Romana Paolillo e Clara Spallino, il prof. Osanna ha visitato dapprima il piccolo Antiquarium all’ingresso degli scavi, poi la maestosa area delle terme centrali e infine il Casale di Santa Maria Nova che ospita la mostra “L’Appia Ritrovata” sul cammino di Rumiz e compagni.