Giovedì 18 giugno riaprono al pubblico anche l’Antiquarium di Lucrezia Romana e il sito di Capo di Bove

Manca pochissimo a due nuove aperture nel Parco Archeologico dell’Appia Antica: giovedì 18 giugno riaprono le porte al pubblico anche l’Antiquarium di Lucrezia Romana e il sito di Capo di Bove.
L’ingresso ai siti è gratuito e non necessita di prenotazione. In relazione all’emergenza sanitaria in corso giorni e orari di apertura sono stati modificati come segue:

 

Complesso di Capo di Bove
via Appia Antica 222
Aperto dal giovedì alla domenica dalle 9.00 alle 18.30 (ultimo ingresso 18.00)

 

 

 

 

Antiquarium di Lucrezia Romana
via di Lucrezia Romana 62
Aperto martedì, giovedì e domenica dalle 10.00 alle 18.00 (ultimo ingresso 17.30)

 

 

Per poter accedere i visitatori dovranno indossare una mascherina coprendo naso e bocca e utilizzare il gel disinfettante posto all’ingresso. Prima di entrare saranno inoltre sottoposti da personale autorizzato alla misurazione della temperatura corporea. Come misura di prevenzione alla diffusione del Covid-19 l’accesso al Museo e all’area è infatti subordinato alla rilevazione della temperatura corporea dei visitatori che deve essere inferiore a 37,5°C.
L’accesso sarà contingentato per evitare il formarsi di assembramenti ed sarà necessario rispettare la distanza interpersonale di 2 m e mantenere una adeguata distanza dalle strutture e dalle opere. Una pannellistica specifica fornirà ai visitatori tutte le informazioni necessarie sulle modalità di visita e sui percorsi da seguire.
Personale ALES e volontari dell’Associazione Nazionale Carabinieri forniranno un utile supporto al personale del Mibact.

Il calendario delle aperture degli altri siti del Parco sarà comunicato nei prossimi giorni.