Beni culturali, Bonisoli smantella pezzi della riforma Franceschini

L’Appia Antica, il museo di Villa Giulia, il castello di Miramare e la Galleria dell’Accademia di Firenze non saranno più autonomi. E molte decisioni si trasferiranno a Roma

Un po’ di picconate e alcuni pezzi della riforma Franceschini vengono giù. Il ministero dei Beni culturali è di nuovo in subbuglio. Il ministro Alberto Bonisoli ha pronta una bozza di riorganizzazione in cui è previsto che quattro dei trentadue musei e siti monumentali resi autonomi da quella riforma, autonomi non siano più.

Per leggere l’articolo completo di Francesco Erbani clicca qui.