Vai al contenuto
CHIUDI
Sito ufficiale Parco Archeologico dell'Appia Antica

Dopo quattro anni di chiusura è nuovamente accessibile al pubblico la Tomba dei Pancrazi, uno dei più sorprendenti sepolcri dell’area archeologica delle Tombe di via Latina, databile al I-II secolo d.C.

In seguito alla chiusura dovuta alla pandemia, il sepolcro è stato oggetto di un lungo monitoraggio micro climatico e biologico, punto di partenza per uno studio dello stato di conservazione volto a individuare la presenza di microrganismi dannosi quali funghi e batteri e a preservare il delicato equilibrio ambientale nella struttura. Al termine del primo anno di monitoraggio è stato possibile garantire nuovamente la fruizione dell’ambiente ipogeo, ma con alcune prescrizioni. Il monitoraggio continua e attualmente servirà a valutare l’efficacia del piano conservativo redatto dai restauratori con azioni quali schermature parziali che riducono i flussi d’aria, ma anche a tenere sotto controllo l’ambiente in presenza dei visitatori, per verificare repentini cambiamenti del microclima e intervenire tempestivamente.

Piccoli gruppi potranno quindi entrare nel sepolcro senza comprometterne la salvaguardia e ammirare gli ambienti sotterranei splendidamente decorati con mosaici sui pavimenti e volte e pareti affrescate con colori brillanti e stucchi in eccellente stato di conservazione. Gli affreschi presentano scene mitologiche, paesaggi naturali e architettonici, immagini femminili e di animali, mentre al centro di una delle camere ipogee campeggia un grande sarcofago per due deposizioni in marmo greco.

A partire dal 6 febbraio 2024 l’ipogeo è completamente fruibile dai visitatori su prenotazione scrivendo a: pa-appia.tombelatine@cultura.gov.it. L’ingresso è incluso nel biglietto d’accesso acquistabile presso le biglietterie di Cecilia Metella (in Via Appia Antica 161) o di Villa dei Quintili (in Via Appia Nuova 1092) oppure sul sito web cliccando qui.