Norme per la tutela

Piano di gestione e fruizione per la Via Appia Antica - Via Latina
Piano di gestione e fruizione per la Via Appia Antica – Via Latina

Legge Regionale n. 7 del 22/10/2018. Modifica della perimetrazione Parco Regionale dell’Appia Antica (art. 7, comma 1) con conseguente ampliamento dei confini del Parco Archeologico dell’Appia Antica (cfr. nota del Segretario Generale del MIBAC prot. 1024 del 21.1.2019).

PTP (Piano Territoriale Paesistico) di Roma Ambito 15/12 “Valle della Caffarella, Appia Antica e Acquedotti” (SO n. 71 al BUR n. 14 del 14 aprile 2010) nel quale è pubblicata la deliberazione consiliare n. 70 del 10/02/2010 adottata ai sensi degli artt. 21 comma 2, 22 e 23 della L.R. 24/1998 e dell’articolo 143 del D.Lgs. 42/04″.

norme_tecniche
relazione_adottata
Allegato1
Allegato2
Allegato3

D.Lgs 42 del 22/01/2004. Codice dei Beni Culturali; raccoglie e riorganizza tutte le leggi emanate dallo Stato Italiano in materia  di tutela e conservazione; con il Codice sono stati emessi dispositivi di tutela su Cecilia Metella, Vigna Moroni, Porta S. Sebastiano, Forte Appia, Grotta Perfetta.

D.Lgs 490 del 29/10/1999. Testo Unico sulla riorganizzazione delle disposizioni legislative in materia dei Beni Culturali; con questo decreto vengono emessi dispositivi di tutela su alcuni monumenti funerari: le Catacombe di Pretestato, Vigna Casali, Via della Fotografia.

L. 431 del 08/08/1985. Detta anche Legge Galasso; emessa per tutelare le aree paesaggistiche e ambientali; con tale norma  viene perimetrata e dichiarata come zona di interesse archeologico l’intera area del Parco dell’Appia ed alcune zone limitrofe del Comune di Roma.

L. n° 1089 del 01/06/1939. Legge sulla tutela delle cose di interesse artistico, archeologico e storico; con questa norma viene sottoposto a Vincolo Archeologico diretto e indiretto 1/3 circa dell’intero parco.

L. n° 1497 del 29/06/1939. Questa legge interessa esclusivamente la tutela delle bellezze naturali di notevole interesse pubblico; con tale norma sono state sottoposte a tutela paesaggistica l’intera fascia territoriale dell’Appia Antica, la valle della Caffarella e la zona di via delle Sette Chiese.

L. n° 778 del 11/06/1922. Norma che tutela le bellezze naturali e gli immobili di particolare interesse storico; con tale legge vengono vincolati i Colombari di Vigna Codini.

L. n° 364 del 20/06/1909. È la prima legge di tutela dei Beni Culturali con la quale sono stati emessi alcuni dispositivi riguardanti le aree del Circo di Massenzio, Villa dei Quintili e il Ninfeo di Egeria.

Superficie:

  • Parco Regionale: 3400 ettari circa.
  • Tutela paesaggistica, ex L.431/85 art.1 lett. M: 3980 ettari circa.
  • Area sottoposta a Tutela Archeologica diretta e indiretta: 1920 ettari circa.

Art. 822 del Codice Civile. Norma che permette l’immissione tra i beni del demanio dei resti rinvenuti.