Accessibilità

Uno dei principali obiettivi del Parco Archeologico dell’Appia Antica è l’ampliamento continuo dell’accessibilità, intesa nel senso più ampio possibile, per far sì che il Parco diventi un Parco sempre più inclusivo e aperto a tutti.
Un gruppo di lavoro, costituito da architetti e archeologi, è quotidianamente impegnato nella rimozione delle barriere architettoniche e nella creazione di percorsi studiati per chi ha difficoltà motorie.

Visitatori con disabilità motoria o con mobilità ridotta
Tutte le sedi museali del Parco (spazi espositivi di Capo di Bove e di Santa Maria Nova, Antiquarium della Villa dei Quintili, Antiquarium di Lucrezia Romana) sono prive di barriere architettoniche e dotate di servizi igienici accessibili.
Le aree archeologiche di Capo di Bove, delle Tombe della Via Latina e l'area della Chiesa di San Nicola - antistante il Mausoleo di Cecilia Metella - sono parzialmente accessibili. Alcune difficoltà possono essere incontrate nella visita all’area centrale della Villa dei Quintili o nei tratti dell’Appia Antica che conservano il basolato. Il mausoleo di Cecilia Metella e gli ipogei delle Tombe della via Latina sono collegati tramite rampe di scale al percorso di visita.
Il Parco è costantemente impegnato ad eliminare le barriere architettoniche con progetti specifici, e a creare alternative virtuali quando ciò non sia possibile.

Visitatori ipovedenti e non vedenti
Il Parco offre gratuitamente visite tattili ai siti del Parco. Le visite sono realizzate a cura degli operatori specificamente formati del Servizio Educativo. Le visite si effettuano su prenotazione all’indirizzo: pa-appia.servizioeducativo@cultura.gov.it o telefonando allo 06 47788307.
Il Parco si sta dotando di pannelli tattili con traduzione in Braille, come punto di avvio di una maggiore autonomia nella visita per le persone con disabilità visiva.
 
Visitatori sordi

Sono attualmente in fase di progettazione video-guide in LIS e IS

Famiglie
Il Parco ha aderito al progetto “Nati con la Cultura” mirato a favorire l’accesso delle famiglie con bambini ai luoghi della cultura. Studi scientifici dimostrano come avvicinare i piccoli sin dal loro primo anno di vita all'arte e al patrimonio culturale abbia importanti ricadute sul loro benessere. Condividiamo il Manifesto per le famiglie e stiamo lavorando per rendere tutti i nostri siti accessibili e a misura di bambino.
Il primo dei Musei Family and Kids Friendly nel Parco Archeologico dell’Appia Antica è il Casale di Santa Maria Nova, in via Appia Antica 251, dove abbiamo predisposto un’area accogliente dove potrete allattare il vostro bambino, utilizzare un fasciatoio, e trascorrere un momento di relax durante la visita. Il nuovo spazio è stato anche riconosciuto dall’Unicef come “Baby Pit Stop”.
Il Parco accoglie le famiglie con bambini piccoli con alcuni servizi specifici, in costante aumento, come il fasciatoio recentemente installato presso l’Antiquarium di Lucrezia Romana.

Cibo e bevande
Per tutti i nostri visitatori, sono disponibili dei distributori automatici di bevande e snack nei siti di Capo di Bove, Villa dei Quintili e Santa Maria Nova. Sono in corso progetti di realizzazione di aree ristoro che renderanno ancora più piacevoli le giornate trascorse nel Parco!