Sepolcro di Annia Regilla

All’interno del parco della Caffarella, sul sentiero che si stacca a destra dopo il Casale della Vaccareccia, si trova il cosiddetto Tempio del Dio Redicolo, protettore del ritorno dei Romani nella loro città. Una leggenda del XVII-XVIII secolo, infatti, identificava in questo punto il luogo sacro alla divinità. Si tratta in realtà di un monumento funerario della tipologia a tempietto in laterizio policromo, oggi comunemente attribuito ad Annia Regilla, la moglie di Erode Attico morta prematuramente nel 160 d.C.