«Appia antica, un piano per Expo 2015»

Rivoluzionare il parco dell’Appia antica, mettere d’accordo i vari enti che sovrintendono su una delle zone archeologiche più famose e belle al mondo per creare percorsi ciclopedonali, nuovi collegamenti, biglietti integrati con Foro Romano, Palatino e Colosseo e un vero e proprio Grand Tour, come quello che nel XVII secolo permetteva ai giovani dell’aristocrazia europea di conoscere politica, arte e cultura dei Paesi del Mediterraneo.

Per leggere l’articolo completo di Mauro Favale su La Repubblica, ed. Roma del 09 febbraio 2014 clicca qui.