«Assalto all’Appia Antica, tombe usate per le scalate»

Un gruppo di tecnici di una società telefonica che – «per allenarsi agli interventi ad alta quota», ci dice candidamente uno di loro mentre scende da una jeep col marchio della Wind – scalano, dotati di caschi e imbracature da montagna, una tomba romana a tumulo, il tutto mentre intorno è un via vai continuo di auto e di uomini che vendono o offrono il loro corpo ad altri maschi.

  • Per leggere l’articolo completo di Carlo Alberto Bucci su la Repubblica, ed. Roma del 7 luglio 2007 clicca qui.