«Lo scempio dell’Appia Antica»

Gentile dottor Augias, a Francoforte, dove vivo, leggo delle lottizzazioni abusive sull’Appia antica. I Criminali (scusi l’epiteto ma questi costruttori abusivi sono proprio così) hanno costruito diversi edifici all’interno del parco regionale dell’Appia antica, all’interno d’un bosco di alto fusto, un’area protetta sottoposta a vincoli paesaggistici e ambientali. Perché avvengono queste infrazioni ai danni di tutti? Credo di poter rispondere: perché i responsabili (committenti delle opere, progettisti, direttori dei lavori, esecutori materiali e chiunque altro sia implicato) non vengono puniti per i loro reati o, al massimo, devono, forse, pagare multe irrisorie.

Per leggere l’articolo completo di Corrado Augias su La Repubblica del 27 novembre 2013 clicca qui.