Cecilia Metella e il Castrum Caetani tra narrazione e paesaggio: apre mercoledì 21 un percorso multimediale tra III e IV miglio dell’Appia Antica

 

Mercoledì 21 alle 11.00 apre al pubblico, nel Mausoleo di Cecilia Metella, un percorso multimediale che offrirà una nuova, coinvolgente, modalità di visita basata su ricostruzioni virtuali tridimensionali degli antichi ambienti, spazi immersivi, e contenuti sonori e visivi che renderanno davvero emozionante la fruizione.

Il progetto, ideato da Stefano Roascio e Francesca Romana Paolillo e realizzato da Katatexilux, offrirà nuove chiavi di lettura con la ricostruzione 3D degli spazi del palazzo medievale dei Caetani, studiata ed approfondita anche grazie ai recenti scavi, fruibile con quattro postazioni oculus. Nella penombra della camera funeraria romana, l’immagine di Cecilia Metella – fedelmente ricostruita nell’abbigliamento e nei gioielli con il supporto di pitture dell’epoca e reperti di scavo – apparirà poi ai visitatori e li aiuterà a comprendere gli aspetti principali di un capolavoro dell’architettura antica, quale è il mausoleo.

La cosiddetta “camera della lava”, lo spazio sotterraneo che accoglie una parte del fronte di cava della lava dell’antica colata di Capo di Bove, sarà trasformata in uno spazio interamente immersivo, dove suoni e immagini racconteranno lo sviluppo del paesaggio nei millenni e l’interazione tra uomo e ambiente, con particolare riferimento proprio al diverso sfruttamento della lava di Capo di Bove nell’antichità.

Il progetto si lega a quello già attivo a Santa Maria Nova dove è un’altra suggestiva installazione multimediale immersiva, dedicata a spiegare il ricco paesaggio pluristratificato del V miglio dell’Appia, dominato dall’imponente mole dei resti della Villa dei Quntili, restituita tridimensionalmente in tutte le sue strutture principali.