«Giallo sull’Appia. Marmi greci, templi e saccheggi: è caccia alla cariatide scomparsa»

La spoliazione non ha riguardato i pepli attillati che evidenziano la giunonica avvenenza delle cariatidi dell’Appia Antica. Ma il monumento intero per le quali furono realizzate dai maestri ateniesi Critone e Nicolao. I furti sulla Regina viarum sono storia vecchia e, purtroppo, anche recente. Quella dell’edificio distrutto e delle cinque statue femminili portate via sin dal Cinquecento per arricchire palazzi e musei, contiene però un giallo: che fine ha fatto la sesta “sorella”?

Per leggere l’articolo di Carlo Alberto Bucci su la Repubblica del 26 febbraio 2014 clicca qui.