Roma, Appia Antica, spunta enoteca del III secolo: «Scoperta incredibile»

Il complesso è composto di due ambienti per la lavorazione del vino e di due stanze gemelle per la raffinazione. Accanto un’altra sala, il «ninfeo del vino».

Le fontane che danno vino non potevano apparire che qui: sull’Appia Antica. La scoperta è stata fatta dagli archeologi qualche mese fa all’interno della villa dei Quintili, sopra a quello che era il circo di Commodo nel pieno del parco. Sulle torrette dei carceres (gabbie di partenza dei carri per le corse nel circo) è stato rinvenuto un impianto per la produzione, conservazione e degustazione del vino – prodotto con le uve del vigneto del circo – di oltre 800 metri quadri. Il complesso del III secolo è composto di due ambienti per la lavorazione del vino e di due stanze gemelle per la raffinazione.

Per leggere l’articolo completo di Maria Rosaria Spadaccino clicca qui.