Archeoguide-PSA, il pannello informativo a sensorialità aumentata per persone con disabilità visiva e uditiva sulla via Appia antica

Riprendono, dopo la pausa estiva, gli appuntamenti con i Sabati d’Arte e di Cultura organizzati da Italia Nostra presso il complesso di Capo di Bove.

Il 24 settembre, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, appuntamento speciale alle 11,30 al Mausoleo di Cecilia Metella, con l’inaugurazione del nuovo pannello informativo a sensorialità aumentata per non vedenti e non udenti promosso da Italia Nostra nel Centenario della nascita di Antonio Cederna. In quest’occasione saranno mostrati i semplici sistemi tecnologici adottati.

ore 11,30 | Castrum Caetani, via Appia antica 161
Inaugurazione del pannello informativo a sensorialità aumentata per persone con disabilità visiva e uditiva promosso da Italia Nostra in occasione del Centenario della nascita di Antonio Cederna.
Che cosa sono le Archeoguide in realtà sensoriale aumentata?
L’immaginazione di un linguaggio di segni tattili e audiovisivi richiamati attraverso l’interazione con un’app, rivolto al futuro, comprensibili da un extraterrestre, virtualmente chiunque non ne abbia altra percezione visitando l’Appia Antica, e che abbiano impresse nei materiali permanenza, durata, portabilità e bellezza. Si adattino, cioè, alla natura che i monumenti archeologici del sito per primo innovato dalla loro tecnica artigianale, hanno preservato con la propria storia, rispondendo alla necessità di contatto con l’opera d’arte, anche laddove le emozioni che suscita siano per il visitatore occasionale limitate sensorialmente e linguisticamente.
In questa esperienza prototipale le Archeoguide incidono a rilievo su pannelli di travertino i simboli, gli emblemi e le rappresentazioni della Tomba di Cecilia Metella, avvicinando la sua immagine iconica ad un’emozione immersiva, ma soprattutto includente, che non dissuada anche la percezione olfattiva del paesaggio. Attraverso i valori tattili, uditivi, grafici e in linguaggio Braille che vi sono impressi, i pannelli consentono la percezione del monumento non solo alle persone sorde e cieche, ma anche a chiunque non conosca le lingue in cui le tavole sono scritte o la LIS, ma si addentri casualmente nella sua storia perfino da satellite. Sono tavole eloquenti predisposte per viaggiare nel tempo della memoria anche quando il monumento vi sia remoto, come la mappa di un tesoro nascosto.

ore 12,30 | Sala Conferenze Capo di Bove, via Appia antica 222
Rinfresco preceduto dalla presentazione in video del progetto sperimentale nelle sue fasi lavorative con interviste ai protagonisti dell’opera portata a termine: funzionari, tecnici e maestranze operaie grazie al sostegno della Direzione del Parco Archeologico, la collaborazione di Coopculture, e il contributo indispensabile di Archeomatica, Una Quantum, Istituto S. Alessio, Istituto italiano per Sordi, VIII Municipio.
Brevi ringraziamenti di Simone Quilici, Amedeo Ciaccheri, Annalisa Cipriani, Renzo Carlucci, Antonio Organtini, Luca Bianchi, Paolo Rosati.
Intervento finale di Angela Ferroni, Ministero della Cultura Commissione Unesco Appia Roma Brindisi.
Saluti finali in musica con il maestro Alessandro Mariano al pianoforte.
Informazioni tecniche sul sito archeoguide.it/psa (attivo dal 21.09.2022) e materiali a disposizione in sala in una Cartella PRESS-KIT per la disseminazione dati alla stampa, agli invitati e al pubblico presente.

 

Prenotazione obbligatoria telefonando al 339.6006916.
Per informazioni, scrivere a roma@italianostra.org